Cinema Recensioni ‘E poi c’è Katherine’ di Nisha Ganatra

by Donatella Massara on settembre 28, 2019

Ho visto “E poi c’è Katherine” uscito nelle sale il 12/9 regia di Nisha Ganatra,(n.1974). La regista canadese americana è di origine indiana, ha vinto il Golden Globe per una serie televisiva e girato altri due film Chutney Popcorn e Cosmopolitan. Il film è interpretato da Emma Thompson e da Mindy Kaling, anche lei di origine indiana e che è pure la sceneggiatrice del film. Una forte preponderanza femminile dunque nel cast, fra le autrici e nella produzione. E’ un film bello che merita vedere, sicuramente lo sostiene l’interpretazione di Emma Thompson. Non è perfetto e ha qualche momento di ripetitività. Però la tematica è intrigante. C’è una conduttrice televisiva di grande successo. L’unica donna a tenere da decenni uno show nella fasce notturne. Infatti il titolo inglese è Late Night (Tarda notte). Dopo tutti questi anni lo show perde consenso. Stanno per licenziarla. Sorretta dai suoi stessi cambiamenti, (finalmente accetta che esista Internet) e dalla giovane sconosciuta che ha voluto lavorare con lei, Katherine resiste perché, come dirà alla fine: in quello show ha messo il sangue e la vita. Una donna che non ha avuto maternità mette la sua potenza creativa in una pratica realizzata. O anche nell’una e nell’altra. Quello che ho visto io.