LIBRI, Recensioni Maria Attanasio La ragazza di Marsiglia Sellerio 2018

by Donatella Massara on luglio 13, 2020

 

Maria Attanasio La ragazza di Marsiglia Sellerio 2018 è la biografia parzialmente romanzata di Rosalie Montmasson la ragazza unica donna accettata da Garibaldi con il Numero e la divisa, pantaloni e la camicia rossa imbarcata con i Mille per liberare la Sicilia dai Borboni. Ragazza povera ma alfabetizzata lavandaia stiratrice ricamatrice Rosalie lascia ventenne la casa paterna nella Savoia che allora era ancora parte del regno del Piemonte. A Marsiglia incontra Francesco Crispi e per 25 anni condivideranno le avventure della fede repubblicana seguaci attivi di Pippo (Giuseppe Mazzini) poi l’impresa garibaldina e quindi la costruzione dell’Italia con Francesco rappresentante della Sinistra storica che entrerà in Parlamento e via via arriverà a diventare Primo Ministro fino alla fine della sua ascesa Politica con l’impresa di Adua. Rosalie diventa la signora Crispi dopo avere attraversato frontiere portando armi e dispacci e avere combattuto valorosamente a Calatafimi rimasta repubblicana mentre suo marito per mantenere l’unità si converte alla monarchia. Sarà ricevuta a corte amerà gli animali e si Impegnerà per fare arrivare a quei compagni d’arme dimenticati almeno il minimo per sopravvivere nonostante le ferite di guerra. Ma un giorno suo marito si risposa sì sposa una donna molto più giovane di alto rango che è incinta di sua figlia. Aveva già avuto un altro figlio riconosciuto e un altro pure riconosciuto ma prima di conoscere Rosalie oltre a una moglie e a una figlia quando aveva solo 20 anni due creature morte di colera. Ma quando i giornali scoppiano con la notizia che il Primo Ministro è bigamo sta per precipitare infatti viene denunciato. Rosalie presenta il certificato del matrimonio contratto a Malta ma non insiste troppo. Certo oggi sarebbe bastato un divorzio. E lei forse lo sa e poi che potere ha per farsi riconoscere anche se la regina Margherita è dalla sua parte? Crispi infatti viene scagionato dimostrando che era consapevole che il suo primo matrimonio non era valido. Sparito tutto negli archivi di Malta inoltre giudici e Pubblico Ministero sono del partito di Crispi hanno sostituito quando La Sinistra sale al potere quelli della Destra. È così che Rosalie finisce a vivere con pochi soldi in un appartamentino a Roma. Dopo anni Crispi torna a trovarla e commissionera’ il suo busto e quello di Rosalie. A imperitura memoria di una compagna fedele innamorata e valorosa che aveva ricevuto la medaglia di garibaldina e una crocetta di brillanti che le regala Garibaldi con una colletta fra i Mille sopravvissuti. Ma la memoria Di Rosalie è perduta perché in tutte le carte di Crispi tutto ciò che la riguarda viene cancellato. Impresa riuscita: di Rosalie Montmasson per decenni non c’è ricordo. Ma come Maria Attanasio anche altri l’hanno ritrovata e a Malta escono di nuovo fuori le famose carte del matrimonio. È questa esemplarità della storia di Rosalie Montmasson che mi colpisce di più perché fa vedere che cosa succede spesso alla memoria storica delle donne. Il libro di Maria Attanasio nasce da anni di ricerche confronto analisi di carte libri documenti esaminati con qualche imprevedibile coincidenza che la scrittrice racconta alla fine del libro. Ringrazio oltre che lei per l’impresa riuscita Pinuccia Barbieri Rosalie Montmasson in La Brigata delle attrici che ho scritto e interpretato e messo in scena con le Donne di parola.