POLITICA DELLE DONNE, Testi. Donne stravaganti ma eccezionali del secolo scorso

Ultimo aggiornamento Sabato 07 Marzo 2015 08:53 Scritto da Patrizia Bonini Mingori Sabato 07 Marzo 2015 00:00

Per guardare al secolo scorso che le donne poco ricordano  Da "Guida al vivere alternativo", 1987, Roma tradotto dall' inglese "Thorsons complete guide to alternative living"1986 estraggo i profili di alcune personalità di donne, forse discutibili per eccentricità e mistero, ma che hanno espresso concezioni che hanno avuto largo seguito e attirato seguaci, fondato scuole e scosso le concezioni dominanti in vari ambiti, spesso in contrasto col positivismo dominante nell'epoca in cui hanno vissuto.

Helena Petrovna Blavatsky(1831-1891) piu' nota come Madame Blavastsky, fu membro fondatore della Societa' Teosofica che attiro' migliaia di adesioni da tutto il mondo. Nacque in Russia e fin da bambina manifesto' proprietà particolari, facoltà psichiche eccezionali. Viaggio' molto in Europa, in America del Nord e del Sud, in Africa, India e Tibet. Durante il suo soggiorno in Tibet ebbe contatti con una serie di maestri spirituali e fu iniziata al Buddismo esoterico (riservato a pochi). Combatte' anche sotto il comando di Garibaldi dopo la battaglia di Mentana del 1867. Dopo un esperimento fallito di fondare una comunità al Cairo, si trasferì negli Stati Uniti dove si presto' ad essere esaminata nelle indagini  sui poteri della psiche (1873). Nel 1875 fondo' la Societa' Teosofica e 4 anni dopo ne stabili' la sede a Madras , aiutata dal colonnello Steel Olcott. Le controversie sulle sue facoltà accompagnarono costantemente il suo operato e l'uscita dei suoi libri, usciti tardivamente in Italia ma scritti intorno al 1877, soprattutto "La dottrina segreta" e La chiave per la Teosofia" oltre al più noto "Iside svelata".

La Teosofia sarebbe "una filosofia, una religione e una scienza" che nei suoi insegnamenti sviluppa i punti di contatto tra le principali religioni del mondo e le tradizioni occulte, nella convinzione che gli esseri umani posseggano molti poteri mentali latenti. In questo non e' lontana dalle affermazioni di Einstein sull'utilizzazione parziale della nostra attività cerebrale. Anche le sue convinzioni di essere parte di una realta' a piu' dimensioni verranno riprese molto piu' avanti  dalle ricerche di Talbot, ad es. Questa dimensione " altra" cui la Blavatsky si sentiva partecipe e in contatto rimane contrassegnata da "presenze"che lei considerava le sue guide per un positivo processo evolutivo dell'umanita'.

Molto importante per la Scuola teosofica fu la seguace ANNIE BESANT, altra donna incredibile che divenne Presidente della Scuola stessa e appoggio' il costituirsi del governo autonomo indiano. Era un' ottima insegnante e organizzatrice e fu scelta dalla Blavatsky per succederle. Fondo' molti centri educativi in India, molti dei quali ancora operativi fino agli anni 80. Se la storia di queste due donne che intrapresero un cammino di ricerca spirituale molto particolare viene ancora ricordato non si deve certo alla scrittura dei loro libri, spesso farraginosa, e irrazionale , ma allo strano caso di Krishnamurti, Di fatto l' anti-guru Krishnamurti prescelto dalla Societa' Teosofica e in particolare da Annie Besant  per diventare il perfetto teosofista e futuro Messia, rifiuto' pubblicamente questo ruolo ed espresse idee radicalmente opposte a quelle che pure lo avevano formato, e ruppe anche ogni rapporto con i teosofisti. Il suo messaggio divenne ugualmente importante e seguito da molti, fondo' anche scuole pedagogiche , ma secondo il principio che non si imparerà  "mai nulla finche' non ci si liberera' da tutti i sistemi filosofici e religiosi conosciuti. C'e' un unico modo per risolvere i problemi della vita: l' impegno personale".

 

 

 

Pagina 6 di 6